Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2019 December;72(4) > Medicina dello Sport 2019 December;72(4):488-97

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

PHYSIOLOGICAL AREA   

Medicina dello Sport 2019 December;72(4):488-97

DOI: 10.23736/S0025-7826.18.03386-0

Copyright © 2018 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Prestazione del nuoto nella gara da 50 metri in giovani nuotatori ed effetto dei parametri antropometrici

Erkan DEMIRKAN 1 , Sema CAN 1, Tuǧrul ÖZKADI 2, Ismet ALAGÖZ 2

1 Faculty of Sport Sciences, Hitit University, Çorum, Turkey; 2 Institute of Health Sciences, Hitit University, Çorum, Turkey


PDF


OBIETTIVO: La prestazione sportiva può essere influenzata da diversi fattori, come l’abilità fisica e l’efficienza fisiologica, le capacità tecniche, la strategia tattica e, soprattutto, la preparazione mentale. Obiettivo principale di questo studio è l’analisi di un modello di regressione, per identificare i fattori, comprendenti la struttura antropometrica e alcune variabili legate alla prestazione, decisivi per il successo nella gara di nuoto da 50 metri, tra i bambini.
METODI: Hanno preso parte a questo studio 22 nuotatori volontari di entrambi i sessi (bambini: N.=10; bambine: N.=12), di età compresa fra gli 11 e 13 anni (bambine: 12,1±0,9 anni; bambini: 11,9±0,7 anni).
RISULTATI: Non vi è stata alcuna differenza statistica riferita all’età, all’altezza, alla massa corporea e all’esperienza di allenamento fra i gruppi che hanno preso parte allo studio (P>0,05). Nello stile a rana, il miglior tempo è stato correlato alla resistenza aerobica, all’altezza, alla lunghezza delle braccia, alla flessibilità, alla circonferenza dei bicipiti, alla lunghezza della mano e alla lunghezza della parte superiore del corpo; nello stile a farfalla, il miglior tempo è stato correlato alla resistenza aerobica, al salto orizzontale da fermo (standing horizontal jump, SHJ), all’altezza, alla lunghezza del braccio; nello stile libero, il miglior tempo è stato correlato alla resistenza aerobica e alla flessibilità. Nel dorso, il miglior tempo è stato correlato alla resistenza aerobica e a SHJ. Le regressioni lineari multiple hanno dimostrato che le variabili efficaci sui punteggi nel nuoto sono le seguenti: nello stile a farfalla, la resistenza aerobica, la lunghezza del braccio e della parte superiore del corpo; nello stile libero, SHJ, la dorsiflessione del piede e la stenza aerobica; nello stile a rana, la resistenza aerobica e la lunghezza del piede; nel dorso, la flessione della gamba.
CONCLUSIONI: Questi risultati evidenziano l’importanza delle caratteristiche antropometriche e della resistenza aerobica nei nuotatori di giovane età.


KEY WORDS: Nuoto; Analisi della regressione; Correlazione dei dati; Prestazione atletica

inizio pagina