Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2019 June;72(2) > Medicina dello Sport 2019 June;72(2):244-53

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

ORTHOPEDIC AREA   

Medicina dello Sport 2019 June;72(2):244-53

DOI: 10.23736/S0025-7826.19.03509-9

Copyright © 2019 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Valutazione ecografica del tendine di Achille in atleti olimpici di discipline a diverso impegno degli arti inferiori

Calogero R. AIELLO

Atalanta Bergamasca Football Club, Bergamo, Italy


PDF


OBIETTIVO: Lo scopo del lavoro è stato quello di analizzare, mediante l’indagine ecografica, i tendini di Achille di atleti di elevato valore agonistico, praticanti diverse discipline olimpiche. Lo studio ha preso in esame la misurazione dello spessore tendineo e le modificazioni strutturali rilevate nel corso delle visite cui gli atleti sono stati sottoposti in previsione dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro (2016).
METODI: Sono stati esaminati 143 atleti Olimpici di età media di 25,04 anni (range 17-41) divisi in gruppi in base all’attività sportiva praticata: gruppo A, canoa-kayak; gruppo B, canottaggio; gruppo C, nuoto; gruppo D, pallanuoto; gruppo E, atletica leggera. In ogni soggetto è stata eseguita la valutazione ecografica di entrambi i tendini di Achille mediante scansioni longitudinali e trasversali.
RISULTATI: Dall’analisi dei dati e in accordo con quanto risulta dalla letteratura è stato possibile individuare un aumento significativo (P≤0,001) dello spessore di entrambi i tendini del gruppo E (atletica leggera) rispetto ai gruppi B (canottaggio) e D (nuoto); con i dati normalizzati per la statura, gli spessori tendinei del gruppo E risultano significativamente aumentati anche rispetto al gruppo C (pallanuoto). Particolarmente rilevante risulta l’aumento di spessore (P≤0,001) rispetto a tutti i gruppi quando i tendini di Achille del gruppo E (atletica leggera) vengono normalizzati per il peso corporeo. Il gruppo E (atletica leggera) è risultato anche quello con il maggior numero di soggetti sintomatici e quello che riportava all’anamnesi il maggior numero di eventi morbosi pregressi a carico del tendine di Achille.
CONCLUSIONI: Lo studio ecografico del tendine di Achille indica che la morfologia è normale quando lo spessore del ventre tendineo è compreso tra i 4 e i 6 mm al terzo medio. Valori superiori a 6 mm, anche in assenza di una sintomatologia clinica conclamata, suggeriscono un’alta probabilità di un tendine patologico, meritevole di un attento follow-up e di un programma idoneo di prevenzione.


KEY WORDS: Sistema muscoloscheletrico; Tendine d’Achille; Ecografia; Tendinopatia

inizio pagina