Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2018 December;71(4) > Medicina dello Sport 2018 December;71(4):561-78

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

MEDICAL AREA   

Medicina dello Sport 2018 December;71(4):561-78

DOI: 10.23736/S0025-7826.18.03431-2

Copyright © 2018 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

L’allenamento contro resistenza influenza le adipochine e vari fattori biochimici modificando il rischio di sindrome metabolica nei giovani studenti obesi maschi

Prasanna RAJAGOPALAN 1 , Snehil DIXIT 2, Khalid ALAHMARI 2, Charles STEPHEN DEVENESAN 1, Kanagaraj RENGARAMANUJAM 2, Gaffar SARWAR ZAMAN 1, Hateem ALI ASIRI 1, Harish C. CHANDRAMOORTHY 3

1 Department of Clinical Laboratory Sciences, College of Applied Medical Sciences, King Khalid University, Abha, Saudi Arabia; 2 Department of Medical Rehabilitation Sciences, College of Applied Medical Sciences, King Khalid University, Abha, Saudi Arabia; 3 Center for Stem Cell Research and Department of Microbiology and Clinical Parasitology, College of Medicine, King Khalid University, Abha, Saudi Arabia



OBIETTIVO: I giovani adulti obesi presentano il rischio molto alto di sviluppare sindromi metaboliche (MetS). I fattori predisponenti come le adipochine, il profilo lipidico, le citochine infiammatorie e lo stato degli enzimi antiossidanti tra lo stile di vita sedentario e attivo nei giovani obesi non sono stati fin ora studiati in modo approfondito. Sono stati valutati il rapporto fisiologico e l’impatto degli allenamenti contro resistenza sui fattori che inducono all’obesità nei giovani maschi obesi a rischio di sindrome metabolica (Mets).
METODI: Dei campioni di sangue sono stati prelevati prima e in diversi momenti durante degli allenamenti leggeri, moderati e contro resistenza. Adipocitochine, ormoni dell’obesità, citochine pro-infiammatorie, profilo lipidico ed enzimi antiossidanti sono stati misurati con metodi spettrofotometrici standard ed ELISA.
RISULTATI: Un aumento proporzionale dell’adiponectina e dell’HLD-c sono stati osservati dopo la quinta e decima settimana rispetto ai gruppi di controllo. Una graduale diminuzione di lecitina, resistina, SOD, GPx insieme a TNFα e IL-6 erano tipiche osservazioni dopo la quinta e decima settimana di allenamento contro resistenza. Non c’è stata un’alternanza significativa nei fattori che inducono all’obesità tra il gruppo di controllo non obeso e i gruppi partecipanti in esercizio fisico da leggero a moderato.
CONCLUSIONI: L’allenamento contro resistenza si rivela utile per ridurre i fattori che inducono all’obesità nei giovani adulti obesi.


KEY WORDS: Adiponectina - Leptina - Sindrome metabolica - Obesità - Resistina - Allenamento contro resistenza

inizio pagina