Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2018 December;71(4) > Medicina dello Sport 2018 December;71(4):540-51

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Per citare questo articolo

 

MEDICAL AREA   

Medicina dello Sport 2018 December;71(4):540-51

DOI: 10.23736/S0025-7826.18.03375-6

Copyright © 2018 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Analisi dei valori di frequenza cardiaca rilevati in occasione della visita medica di idoneità sportiva non agonistica in una popolazione tra 4 e 12 anni di età

Matteo D'ELIA 1, 2 , Stefano CAMELIO 1, 2, Michele ANDREIS 1, 3, Maurizio CASASCO 1, 3, Gaetano BIANCHI 1, 3

1 Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI), Rome, Italy; 2 School of Sports Medicine, University of Brescia, Brescia, Italy; 3 Panathleticon, Brescia, Italy


PDF


OBIETTIVO: I valori medi di frequenza cardiaca (FC) si riducono dalla nascita fino all’età adulta. Questo studio osservazionale si pone come obiettivo principale quello di determinare la distribuzione normale e i valori di riferimento di FC in una popolazione di soggetti in età pediatrica.
METODI: Sono stati considerati retrospettivamente 2.531 soggetti (62,2% maschi e 37,8% femmine), tra i 4 e i 12 anni di età, che nell’arco di 12 mesi si sono presentati consecutivamente per essere sottoposti ad una visita medico-sportiva. La FC è stata derivata dal tracciato ECG basale e, per ogni età anagrafica, sono stati individuati i valori relativi al 5°, 10°, 25°, 50°, 75°, 90°, 95° percentile. È stato condotto un confronto dei valori complessivi e percentili di FC tra i due generi. La correlazione tra i valori medi di FC (FCm) ed età è stata indagata per mezzo di una analisi di regressione lineare.
RISULTATI: Per ogni età, le femmine hanno presentato valori di FCm più alti. All’interno del nostro campione, sono state identificate le equazioni predittive dei valori di FCm in funzione dell’età, sia nei maschi (FCm =-2,45 [età] + 103,7; [SEE: ±1,9; R2: 0,945; P<0,01]), che nelle femmine (FCm =-2,107 [età] + 105,9; [SEE: ±1,7; R2: 0,941; P<0,01]). La riduzione della FCm all’avanzare dell’età si è verificata con un trend simile (P=0,27) in entrambi i generi. Ogni valore percentile, considerato in tutte le età, è risultato inferiore nei maschi rispetto alle femmine.
CONCLUSIONI: La popolazione di questo studio è costituita unicamente da soggetti sani. Complessivamente, i valori di FC basale relativi al 90° e 99° percentile, nella nostra popolazione, appaiono inferiori ai rispettivi valori riportati da una revisione sistematica della letteratura, che ha analizzato studi e popolazioni eterogenei. La pratica regolare di attività sportiva può aver influito sui valori identificati. Unitamente ad una adeguata anamnesi, ad un corretto esame obiettivo e all’esecuzione di un ECG basale, i dati presentati possono risultare utili per un più preciso inquadramento clinico di una FC anomala.


KEY WORDS: Frequenza cardiaca - Medicina dello Sport - Atleti

inizio pagina