Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2017 December;70(4) > Medicina dello Sport 2017 December;70(4):537-50

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

MEDICAL AREA   

Medicina dello Sport 2017 December;70(4):537-50

DOI: 10.23736/S0025-7826.17.02986-6

Copyright © 2017 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Effetti dell’integrazione di due settimane di succo di Opuntia ficus-indica sul ritmo cardiaco e la performance anaerobica

Khouloud ALOUI 1, 2, Salma ABEDELMALEK 3 , Hamdi CHTOUROU 2, Myriam DENGHEZLI 3, Nizar SOUISSI 2

1 Faculty of Sciences of Bizerte, University of Carthage, Bizerte, Tunisia; 2 Research Laboratory “Sports performance optimization” National Center of Medicine and Science in Sports (CNMSS), Tunis, Tunisia; 3 Department of Physiology and functional explorations, Sousse Faculty of Medicine, Sousse, Tunisia


PDF


OBIETTIVO: Lo scopo dello studio è stato quello di indagare l’effetto dell’integrazione con un succo di frutta ricco di polifenoli su frequenza cardiaca (HR), test del salto di Sargent, sprint sui 10 m e test di Wingate (cioè, potenza di picco [PP], potenza media [MP] e indice di affaticamento [FI]).
METODI: In ordine casuale, ventidue soggetti sani hanno partecipato allo studio divisi in due gruppi: uno sperimentale (EG: N.=11) che ha assunto l’integratore antiossidante e uno di controllo (CG: N.=11). Entrambi hanno eseguito sessioni di test alle ore 07:00 prima e dopo l’assunzione.
RISULTATI: I nostri risultati hanno mostrato che per il test 2,2-difenil-1-picrilidrazile (DPPH•), il succo di fico d’india ha una capacità antiossidante in termini di cattura dei radicali liberi (P<0,05). Inoltre, sempre secondo i nostri risultati, i valori della HR sono aumentati significativamente dopo il test di Wingate. È stato osservato anche un significativo miglioramento in PP, MP e FI (P<0,01) e nella scala di percezione dello sforzo (RPE). Va aggiunto che la prestazione nel test del salto di Sargeant (P<0,01) si mostrava significativamente migliore, mentre la prestazione nello sprint risultava significativamente ridotta (P<0,05) in seguito all’assunzione dell’integratore a base di succo di fico d’india (P<0,01). Ciò nonostante, non è stato osservato alcun effetto significativo sull’HR dopo l’integrazione con succo di fico d’india.
CONCLUSIONI: Questi risultati suggeriscono che l’integrazione con succo di fico d’india per 14 giorni ha un impatto sulla prestazione anaerobica.


KEY WORDS: Antiossidanti - Frequenza cardiaca - Prestazione atletica

inizio pagina