Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2017 September;70(3) > Medicina dello Sport 2017 September;70(3):333-43

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

MEDICAL AREA   

Medicina dello Sport 2017 September;70(3):333-43

DOI: 10.23736/S0025-7826.17.03093-9

Copyright © 2017 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Regolazione psicofisiologica dello stress negli atleti di calcio durante la competizione

Yildirim KAYACAN 1 , Ahmet MOR 2, Tuba OZGOCER 3, Cihat UCAR 3, Sedat YILDIZ 3

1 Yasar Dogu Faculty of Sports Sciences, Ondokuz Mayis University, Samsun, Turkey; 2 Faculty of Sports Sciences, Sinop University, Sinop, Turkey; 3 Department of Physiology, Faculty of Medicine, İnonu University, Malatya, Turkey


PDF


OBIETTIVO: L’esercizio fisico produce cambiamenti endocrinologici per equilibrare l’omeostasi durante movimenti coordinativi impegnativi, che conducono quindi a stress fisiologico e psicologico. Lo scopo del presente studio è stato valutare, con mezzi non invasivi, i livelli di stress e le risposte del cortisolo al risveglio (CAR) degli atleti che giocavano una partita di calcio.
METODI: Allo studio hanno preso parte calciatori professionisti (N.=14, età 21,3±3,25 anni) impegnati in un campionato regionale. Per determinare le risposte del cortisolo, sono stati raccolti campioni in tre giorni diversi durante una normale partita di campionato. I livelli di cortisolo nella saliva sono stati analizzati tramite il metodo ELISA. Tutti i partecipanti sono stati invitati a completare questionari STAI-T. Per confrontare il cortisolo nei vari momenti di raccolta dei campioni e le CAR durante le diverse giornate è stato usato il test a misure ripetute.
RISULTATI: In base alle analisi, i livelli di CAR scendevano il giorno della partita e salivano il giorno successivo. Man mano che si avvicinava il momento della competizione, i valori iniziavano a salire, per poi tornare a quelli di partenza durante l’intervallo. Alla fine della partita, si osservava un leggero aumento. Non sono state riscontrate differenze significative nei campioni CAR e in quelli raccolti durante la competizione. Non sono state notate correlazioni tra i parametri di cortisolo e i punteggi STAI-T (P>0,05).
CONCLUSIONI: Il calcio è uno sport di squadra che richiede uno sforzo coordinato del team e ciò sembra aver influito sui dati attuali. Inoltre, significative fluttuazioni ormonali legate alla competizione hanno rivelato che i calciatori professionisti si adattano bene allo stress legato alla competizione.


KEY WORDS: Calcio - Stress fisiologico - Stress psicologico - Idrocortisone

inizio pagina