Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2017 September;70(3) > Medicina dello Sport 2017 September;70(3):328-32

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

MEDICAL AREA   

Medicina dello Sport 2017 September;70(3):328-32

DOI: 10.23736/S0025-7826.17.02942-8

Copyright © 2017 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Gli ormoni salivari di atleti di sesso femminile subiscono notevoli modifiche con la pratica del sambo

Patrik DRID 1, Anastasia KONDRATIJEVA 2, Sergey TABAKOV 2, Marko STOJANOVIC 1, Tatjana TRIVIC 1, Janko PASTERNAK 3, Sergej M. OSTOJIC 1, 4

1 Faculty of Sport and Physical Education, University of Novi Sad, Novi Sad, Serbia; 2 Russian State University of Physical Education, Sports and Tourism, Moscow, Russia; 3 Faculty of Medicine, University of Novi Sad, Novi Sad, Serbia; 4 School of Medicine, University of Belgrade, Belgrade, Serbia


PDF


OBIETTIVO: Il sambo è un'arte marziale relativamente nuova e vi sono informazioni limitate al momento, riguardanti il profilo fisiologico degli atleti di sambo o le risposte ormonali in seguito al suo esercizio del sambo. Lo scopo principale di questo studio pilota è stato la caratterizzazione dello status ormonale degli atleti di sesso femminile a livello top, a riposo e nel postesercizio.
METODI: Gli ormoni salivari sono stati misurati mediante un saggio immunologico specifico, nella squadra nazionale russa di atlete di sambo (N.=59), a riposo e in seguito a sessioni di esercizio di sambo (5 attacchi di lotte simulate, caratterizzati da 5 minuti di esercizio e da 10 minuti di recupero).
RISULTATI: I livelli salivari di testosterone a riposo sono stati significativamente più alti in atlete di sambo, rispetto ai controlli sedentari (37,4±24.1 vs. 14,3±6,9 pg/mL, P<0,001), mentre i livelli di estradiolo sono stati inferiori nei samboisti di sesso femminile (2,4±1,5 vs. 11,3±7,0 pg/mL, P<0,001). Sia il testosterone salivare che il cortisolo sono diminuiti significativamente dopo l´esercizio di sambo, in confronto ai livelli di riferimento (P<0,05).
CONCLUSIONI: Lo status ormonale dei samboisti di sesso femminile sembra essere influenzato notevolmente dall´esercizio cronico e acuto, e il testosterone salivare è da considerarsi come un biomarker sensibile dello stress da esercizio.


KEY WORDS: Arti marziali - Testosterone - Estradiolo - Idrocortisone

inizio pagina