Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2017 March;70(1) > Medicina dello Sport 2017 March;70(1):61-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Per citare questo articolo

MEDICINA DELLO SPORT

Rivista di Medicina dello Sport


Official Journal of the Italian Sports Medicine Federation
Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,202


eTOC

 

AREA MEDICA  


Medicina dello Sport 2017 March;70(1):61-8

DOI: 10.23736/S0025-7826.16.02800-3

Copyright © 2016 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Interazione tra consumo di caffeina e ritmo circadiano nelle risposte cardiovascolari all’esercizio fisico

Sakineh GHAEDI, Maryam K. JAHROMI, Aliasghar FALLAHI

Physical Education and Sport Science Department, School of Education and Psychology, Shiraz University, Shiraz, Iran


PDF  


OBIETTIVO: La caffeina è un integratore largamente utilizzato che può interagire con altri fattori ambientali. Obiettivo del presente studio è stato quello di determinare l’influenza del consumo di caffeina sulla risposta cardiovascolare in seguito a una sessione mattutina e pomeridiana di esercizio fisico anaerobico in ragazze attive.
METODI: Lo studio è stato concepito con un disegno in doppio cieco, randomizzato, in crossover e controllato con placebo. Quindici ragazze attive (età: 24±1 anni; altezza: 160,75±4,95 cm, peso: 53,58±6,24 kg) hanno preso parte allo studio in maniera volontaria e intenzionale. Le partecipanti hanno eseguito il test RAST (Running Based Anaerobic Sprint Test) durante quattro sessioni, incluse due sessioni mattutine alle 9:00 e due pomeridiane alle 17:00 con e senza il consumo di caffeina, separate da una settimana di prove di esercizio fisico per 60 minuti dopo aver ingerito 3 mg/kg di caffeina o placebo. I valori pomeridiani della pressione arteriosa (PA) sistolica e diastolica e della frequenza cardiaca (FC) sono stati misurati immediatamente e 5 minuti dopo l’esercizio fisico.
RISULTATI: La caffeina ha causato un aumento significativo della PA sistolica (63%) e della FC (45%) pomeridiane subito dopo l’esercizio fisico, della PA sistolica mattutina e pomeridiana (rispettivamente 59% e 82%) e diastolica mattutina e pomeridiana (rispettivamente 81% e 94%) 5 minuti dopo l’esercizio fisico e della FC 5 minuti dopo l’esercizio fisico pomeridiano (70%). Tuttavia, dal punto di vista statistico il consumo di caffeina non ha influenzato la la FC e la PA sistolica e diastolica mattutina, la PA diastolica pomeridiana subito dopo l’esercizio fisico, la FC mattutina 5 minuti dopo l’esercizio fisico e la performance anaerobica mattutina e pomeridiana.
CONCLUSIONI: Il consumo di basse dosi di caffeina non ha migliorato la performance anaerobica durante l’esercizio fisico ma ha provocato un aumento del carico cardiovascolare in risposta all’esercizio fisico, specialmente durante le sessioni pomeridiane. Pertanto il consumo di caffeina non è raccomandato durante l’esercizio fisico pomeridiano, in special modo nelle persone con ipertensione.


KEY WORDS: Ritmo circadiano - Caffeina - Sistema cardiovascolare - Soglia anaerobica

inizio pagina

Publication History

Issue published online: May 2, 2017
Manuscript accepted: September 12, 2016
Manuscript received: May 20, 2015

Per citare questo articolo

Ghaedi S, Jahromi MK, Fallahi A. The interaction of caffeine consumption and circadian rhythm in cardiovascular responses to exercise. Med Sport 2017;70:61-8. DOI: 10.23736/S0025-7826.16.02800-3

Corresponding author e-mail

koushkie53@yahoo.com