Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2013 December;66(4) > Medicina dello Sport 2013 December;66(4):565-71

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

AREA ORTOPEDICA   

Medicina dello Sport 2013 December;66(4):565-71

Copyright © 2014 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Osteolisi distale della clavicola in atleti agonisti

Dragoni S. 1, Rossi F. 2

1 Istituto di Medicina e Scienza dello Sport del CONI, Sezione di Radiologia,Roma, Italia; 2 Libero Docente Universitario di Radiologia e Medicina dello Sport


PDF


Obiettivo. Scopo del lavoro è stato quello di individuare la presenza di una condizione di osteolisi dell’estremo laterale della clavicola in atleti di elevato livello, secondaria a microtraumatismi ripetuti.
Metodi. È stata eseguita una revisione casistica retrospettiva degli esami radiografici della spalla effettuati in un periodo di 30 anni (1980-2010). L’esame radiografico standard è stato integrato nei casi dubbi o su indicazione clinica con la proiezione a raggio incidente inclinato di 15° e con RM. Nessuno dei soggetti esaminati ha riferito la presenza di traumi acuti né era affetto da malattie reumatiche o da affezioni sistemiche in grado di determinare la comparsa di un quadro patologico analogo.
Risultati. Su un totale di 1170 esami abbiamo individuato 23 casi di osteolisi della clavicola distale (1,96%); l’attività sportiva più frequentemente coinvolta è stato il sollevamento pesi, seguito dal judo e dalla lotta. Nessuno di loro è stato sottoposto a trattamento chirurgico.
Conclusioni. L’analisi dei dati ricavati dal nostro campione conferma che l’osteolisi dell’estremo laterale della clavicola è una evenienza rara ma che va tenuta presente nei casi di dolore persistente sul versante superiore della spalla anche in assenza di eventi traumatici acuti.

inizio pagina