Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2010 September;63(3) > Medicina dello Sport 2010 September;63(3):419-28

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

AREA MEDICA   

Medicina dello Sport 2010 September;63(3):419-28

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Gli atleti asmatici Italiani nella rappresentativa Italiana alle olimpiadi di Pechino 2008

Todaro A. 1, Egidi F. 4, Sardella F. 1, Di Cave P. 1, Gramiccioni C. 2, Bonini M. 3, Padoa S. 1, Pelliccia A. 1

1 Istitute of Medicine and Sport Science “A. Venerando”, Rome, Italy 2 Institute of Neurobiology and Molecular Medicine INMM, CNR, Rome, Italy 3 Department of Allergology and Respiratory Diseases, University of Genoa, Italy 4 Department of Physiology and Pharmacolgy “V. Erspamer”, La Sapienza University, Rome, Italy


PDF


Obiettivo. Scopo dello studio è illustrare le caratteristiche cliniche e, in particolare, dei dati spirometrici degli atleti asmatici italiani partecipanti alle Olimpiadi di Pechino.
Metodi. Trentaquattro asmatici hanno effettuato spirometria di base e dopo inalazione di salbutamolo. In base ai dati pre- e post-farmaco questi atleti sono stati suddivisi in tre gruppi.
Risultati. Gruppo A: 16 atleti bronco-ostruiti (FEV1/VC 78% v.p.) e risposta significativa al Salbutamolo (FEV1 post: +17.6% e + 790 ml): in 11 la risoluzione dell’ostruzione è stata completa mentre in 5 solo parziale. Gruppo B: 6 atleti con dati normali (FEV1/VC 91,1% v.p.) ma con uguale risposta significativa al salbutamolo. Gruppo C: 12 atleti con spirometria normale (FEV1/VC 96.5% v.p.) e senza incremento significativo del FEV1 dopo salbutamolo; questi

inizio pagina