Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2006 June;59(2) > Medicina dello Sport 2006 June;59(2):159-63

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

EDITORIALE   

Medicina dello Sport 2006 June;59(2):159-63

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Sport invernali

Viru A. M., Viru M.

Institute of Exercise Biology and Institute of Sports Pedagogy and Coaching Science University of Tartu, Estonia


PDF


Gli sport su ghiaccio sono basati sui movimenti rapidi (pattinaggio di velocità), sull’estetica e il piacere emozionale (pattinaggio di figura) e su partite nelle quali si giunge al contatto fisico (hockey su ghiaccio). In tutti i casi, si cerca di avere una pattinata efficace per aumentare la velocità e allo stesso tempo per raggiungere l’equilibrio necessario. Dal momento che l’intensità dei movimenti è elevata, la via principale per la produzione dell’energia necessaria è rappresentata dalla glicolisi anaerobia. La durata dell’esercizio può far aumentare le richieste di fosforilazione ossidativa. Nel caso dei pattinatori di velocità e dei giocatori di hockey su ghiaccio è necessario rafforzare specificamente la forza muscolare.

inizio pagina