Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2003 September;56(3) > Medicina dello Sport 2003 September;56(3):165-73

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

AREA CLINICA   

Medicina dello Sport 2003 September;56(3):165-73

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Prevalenza e meccanismi patogenetici dell’asma nell’atleta

Brotto E., Masiero M., Segattini C., Baratieri S., Cantoni B., Corradini G., Ferrari M.

Servizio di Fisiopatologia Respiratoria, Università degli Studi di Verona, Verona


PDF


Negli anni recenti numerose indagini hanno evidenziato una elevata prevalenza di asma bronchiale negli atleti. La malattia è risultata particolarmente frequente nei soggetti che praticano sport di endurance, nei nuotatori e negli sciatori di fondo. L’ambiente in cui è svolto l’esercizio sembra essere il fattore più importante nello sviluppo e nel peggioramento della malattia: in particolare l’inalazione di elevati volumi di aria fredda e secca e di sostanze inquinanti sembrano giocare un ruolo chiave. Questi fattori sono probabilmente responsabili di flogosi delle vie aeree e, conseguentemente, della comparsa di sintomi e di iperreattività bronchiale.

inizio pagina