Home > Riviste > Medicina dello Sport > Fascicoli precedenti > Medicina dello Sport 2001 June;54(2) > Medicina dello Sport 2001 June;54(2):157-63

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

FORUM   

Medicina dello Sport 2001 June;54(2):157-63

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

La prevenzione del tetano nell’attività sportiva

Rea N., Di Reggiero G.

Istituto Regionale di Medicina dello Sport della Campania


PDF


Il tetano è una malattia tossinfettiva che presenta una elevata mortalità. La sua profilassi viene attuata mediante misure immunitarie, immunizzazione attiva (vaccino) e passiva (immunoglobuline specifiche), e misure non immunitarie, profilassi medico-chirurgica locale ed antibiotico-terapia. Le indicazioni e le modalità di applicazione sono attualmente ben codificate. In Italia, la vaccinazione antitetanica è obbligatoria per legge per nuovi nati, alcune categorie di lavoratori e «sportivi, all’atto dell’affiliazione alle Federazioni del CONI»; gli sportivi inoltre sono tenuti e periodiche vaccinazioni di richiamo per tutto il periodo dell’anzidetta affiliazione. Invece non sono tenuti ad eseguire la vaccinazione antitetanica quei soggetti che praticano attività sportive indipendentemente dalle Federazioni del CONI. A nostro avviso, pertanto, questi ultimi meritano una particolare vigilanza per quanto concerne la prevenzione della malattia tetanica.

inizio pagina