Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana - Archivio per le Scienze Mediche 2022 March;181(3) > Gazzetta Medica Italiana - Archivio per le Scienze Mediche 2022 March;181(3):177-82

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo
Share

 

CASE REPORT   

Gazzetta Medica Italiana - Archivio per le Scienze Mediche 2022 March;181(3):177-82

DOI: 10.23736/S0393-3660.20.04411-3

Copyright © 2020 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Un caso di COVID-19 curato con la micoterapia

Michel G. MALLARD

Private Practitioner, Fermo, Italy



Un paziente COVID-19 al limite del ricovero (SpO2 a 93%), trattato a domicilio, ha trovato beneficio nell’ uso di funghi medicinali antivirali. L’agente principale sarebbe il Cordyceps sinensis, usato nella medicina tradizionale cinese da 620 a.C. Questo fungo è stato studiato da numerosi scienziati che hanno dimostrato la sua azione antivirale contro l’HIV-1, il virus respiratorio sinciziale, il virus Coxsackie B3, i virus influenzali A e H1N1, l’Epstein Barr Virus. Questo paziente trattato in un momento dove non erano ancora permessi a domicilio le cure con antiretrovirali, enoxaparina o idrossiclorochina ha evidenziato un’inversione immediata della sintomatologia dopo l’assunzione di Cordyceps sinensis e beta glucani estratti da altri Funghi. Vengono descritte, attraverso la letteratura (mini-review) le proprietà antivirali dei componenti del farmaco usato in questo caso clinico. Il punto forte, che spiegherebbe l’azione rapida (se non è placebo) è la conosciuta affinità dei beta glucani della parete dei funghi medicinali, verso i recettori a base di integrine, abitualmente presenti sui leucociti neutrofili, ma anche sulle “spine” del CoV-2. Questa particolarità forte che ha il CoV-2 diventa un punto debole se arriviamo a inibirlo prima che si attacca sulle cellule dell’apparato respiratorio.


KEY WORDS: COVID-19; Cordyceps; Betaglucani

inizio pagina