Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana - Archivio per le Scienze Mediche 2020 April;179(4) > Gazzetta Medica Italiana - Archivio per le Scienze Mediche 2020 April;179(4):238-46

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

ORIGINAL ARTICLE   

Gazzetta Medica Italiana - Archivio per le Scienze Mediche 2020 April;179(4):238-46

DOI: 10.23736/S0393-3660.19.04088-9

Copyright © 2019 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Guarigioni inaspettate nel santuario cattolico di Lourdes: revisione epidemiologica sui casi riconosciuti canonicamente a 160 anni dalle apparizioni

Gerardo IULIANO

Formerly Chairman Unit of Demyelinating Diseases, Center for Multiple Sclerosis, Ospedali Riuniti University Hospital, Salerno, Italy



OBIETTIVO: Le guarigioni riportate a Lourdes, Francia, dal 1858, anno delle visioni di Bernadette Subirous, sono state ampiamente presentate nella letteratura medica, ma mai valutate statisticamente. Il lavoro presente descrive epidemiologicamente la distribuzione spaziale e storica della casistica (70 pazienti) riconosciuta dalle istituzioni medica ed ecclesiastica (Vescovo locale), a 160 anni dalle apparizioni.
METODI: Le variabili erano data di nascita, età, sesso, residenza, stato religioso o laico, caratteri clinici, luogo e data di guarigione, data di riconoscimento, istituzione medica e religiosa, dati storici come politica, guerre, dittature, conflitti internazionali, eventi religiosi, scoperte mediche. I dati sono stati valutati statisticamente con ANOVA, tavole di frequenza, regressione multipla, e modelli di forecast.
RISULTATI: Tra i risultati significativi vi sono un progressivo calo senza però una definita cessazione delle guarigioni, variazioni nel tempo delle diagnosi, picchi di guarigioni legati a istituzioni mediche, e momenti storici, come guerre, conflitti internazionali, ideologie, politica, ed eventi ecclesiali. La frequenza delle guarigioni può essere interpretata come espressione del bisogno religioso nella popolazione. I riconoscimenti canonici esprimerebbero la risposta della Chiesa a questi bisogni. Il calo delle certificazioni sembra per lo più legato all’obsolescenza dei criteri clinici, basati su linee guida risalenti al XVIII secolo.
CONCLUSIONI: Un approccio evidence-based attraverso la formulazione di livelli di evidenza e gradi di raccomandazione basati su lavori statistici e revisioni sistematiche, potrebbe limitare il lavoro del medico all’indicazione della probabilità dell’evento, e della sua variabilità.


KEY WORDS: Faith healing; Religion and medicine; Epidemiology

inizio pagina