Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana - Archivio per le Scienze Mediche 2019 May;178(5) > Gazzetta Medica Italiana - Archivio per le Scienze Mediche 2019 May;178(5):287-91

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Permessi
Per citare questo articolo
Share

 

ORIGINAL ARTICLE   

Gazzetta Medica Italiana - Archivio per le Scienze Mediche 2019 May;178(5):287-91

DOI: 10.23736/S0393-3660.18.03791-9

Copyright © 2018 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Menopausa precoce e metalli pesanti

Pasquale DE FRANCISCIS 1, Viviana LA MANNA 1, Domenico LABRIOLA 1, Giuliana GENOVESE 2, Nadia MIRAGLIA 2, Antonio SCHIATTARELLA 1, Nicola COLACURCI 1, Marco TORELLA 1

1 Department of Woman, Child and General and Specialist Surgery, Obstetric-Gynecologic Center, Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Naples, Italy; 2 Unit of Occupational Medicine, Department of Experimental Medicine, Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Naples, Italy



OBIETTIVO: Valutare l’associazione tra livelli ematici di piombo e la condizione di menopausa precoce, ed il ruolo svolto dall’esposizione ambientale, professionale, voluttuaria e alimentare a inquinanti.
METODI: Sono state arruolate 17 donne con diagnosi di menopausa precoce idiopatica definita come età alla menopausa <40 anni, amenorrea e/o oligomenorrea per un periodo di almeno 6 mesi, valori di FSH> 25 UI/L, estradiolo <20 pg/ml e 14 donne in menopausa fisiologica di età >45 con amenorrea di almeno 12 mesi, livelli di FSH > 30 UI/L e di estradiolo < 20 pg/ml. Sono stati somministrati questionari per la valutazione del rischio di esposizione personale ad agenti chimici pericolosi, è stata praticata una mineralometria ossea computerizzata con tecnica DEXA della colonna vertebrale lombare L1-L4, sono state dosate le concentrazioni ematiche di piombo. Le differenze tra i gruppi sono state valutate utilizzando il χ2 test o il test t-student, ove appropriato.
RISULTATI: I gruppi di studio sono risultati omogenei per rischio di esposizione ad agenti chimici e l’abitudine al fumo, nelle pazienti in menopausa precoce i dosaggi di piombo ematico mostrano valori più alti rispetto al gruppo menopausa fisiologica, una maggiore correlazione diretta col tempo dalla menopausa ed una significativa relazione con i valori del t-score della DEXA vertebrale.
CONCLUSIONI: Valori crescenti di piombemia sembrano correlarsi ad un maggior danno ovarico e la riduzione della massa ossea potrebbe contribuire a determinare l’incremento delle concentrazioni di piombo nel sangue.


KEY WORDS: Primary ovarian insufficiency - Metals, heavy - Lead - Bone diseases

inizio pagina