Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 June;172(6) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 June;172(6):471-8

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 June;172(6):471-8

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Assunzione di sostanze nutritive e livello di ferro nel sangue di praticanti di karate Giapponesi d’élite

Miyahara K. 1, Iide K. 2, Yoshimura Y. 3, Tai K. 4, Miyamoto N. 5, Imamura H. 1

1 Depatment of Health and Nutrition Faculty of Health Management Nagasaki International University Nagasaki, Japan; 2 Department of Physical Education Faculty of Physical Education International Pacific University, Okayama, Japan; 3 Department of Food Nutrition Faculty of Food Science and Nutrition Beppu University, Oita, Japan; 4 Department of International Tourism Faculty of Human Sociology Nagasaki International University Nagasaki, Japan; 5 Department of Health and Nutrition Faculty of Health and Welfare Nishikyushu University, Saga, Japan


PDF


Obiettivo. Gli obiettivi di questo studio erano: 1) raccogliere dati di base sull’assunzione di sostanze nutritive al fine di consigliare gli atleti sulle pratiche nutrizionali che possono migliorare le prestazioni e 2) valutare l’assunzione di ferro nella dieta e il livello di ferro nel sangue dei praticanti di karate giapponesi altamente competitivi.
Metodi. I soggetti sono stati divisi in 4 gruppi: sparring 19 uomini (M-Spar Group), kata 8 uomini (M-Kata Group), sparring 11 donne (W-Spar Group) e 7 donne praticanti kata (W-Kata Group).
Risultati. La percentuale di energia da carboidrati variava dal 55% al 59,8%, da grassi dal 27,6% al 31,4% e da proteine dal 12,7% al 14,2%. Le assunzioni medie di vitamina B1 erano inferiori alle rispettive quote giornaliere raccomandate (RDA) per tutti i gruppi. Le assunzioni medie di ferro erano più elevate nei gruppi maschili, ma inferiori nei gruppi di sesso femminile rispetto alle rispettive RDA. È stata riscontrata un’elevata prevalenza di emolisi in entrambi i sessi. Tuttavia, un’elevata prevalenza di impoverimento di ferro è stata riscontrata solo in atleti di sesso femminile, mentre solo uno dei praticanti maschi presentava una carenza di ferro.
Conclusioni. È auspicabile aumentare la quantità di pasti con maggiori livelli di cereali, verdure, frutta, latte e prodotti caseari. I dietologi devono lavorare a stretto contatto con gli allenatori per fornire informazioni nutrizionali utili, poiché alcuni praticanti di sparring si impegnano in pratiche pericolose per ottenere una rapida perdita ponderale.

inizio pagina