Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 April;172(4) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 April;172(4):329-31

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2013 April;172(4):329-31

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Efficacia della chirurgia di shunt caverno-dorsale come seconda procedura con un breve tempo di legatura per un paziente con priapismo refrattario a basso flusso

Okulu E., Ener K., Aldemir M., Isik E., Kayigil O.

Second Urology Clinics of Ankara, Ataturk Training and Research Hospital, Ankara, Turkey


PDF


Riportiamo l’efficacia della chirurgia di shunt caverno-dorsale in un paziente con priapismo refrattario a basso flusso di 36 ore e i suoi effetti a lungo termine sulla funzionalità erettile. Dopo l’intervento di shunt caverno-dorsale, il paziente ha riportato una disfunzione erettile. Nei 15 giorni postoperatori, la vena dorsale profonda è stata legata e lo shunt è stato chiuso. Dopo la chiusura dello shunt, il paziente ha riportato erezioni e attività sessuale nella norma. Nei cinque anni di follow-up, il paziente non ha più avuto segni di disfunzione erettile e riporta tuttora la capacità di raggiungere adeguate erezioni con un’attività sessuale nella norma. Lo shunt caverno-dorsale è efficace nell’alleviare il priapismo e mostra un incoraggiante tasso di preservazione per le successive erezioni spontanee. I vantaggi di tale tecnica includono un ampio e diretto drenaggio dei corpi alle vene pelviche e nessun rischio di complicanze uretrali.

inizio pagina