Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 December;171(6) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 December;171(6):703-11

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 December;171(6):703-11

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Parametri biochimici dello zinco e attività degli enzimi superossido dismutasi e glutanione perossidasi negli atleti

Sepúlveda De Andrade Mesquita L. 1, Batista De Sousa Lima V. 1, Machado Moita Neto J. 2, Fransciscato Cozzolino S. M. 3, Do Nascimento Marreiro D. 1

1 Departament of Nutrition, Experimental Nutrition Laboratory, Federal University of Piauí, Teresina, Piauí, Brazil; 2 Department of Chemistry, Federal University of Piauí, Teresina, Piauí, Brazil; 3 Department of Science, Food and Experimental Nutrition, School of Pharmacy, University of São Paulo (USP), Brazil


PDF


Obiettivo. L’esercizio fisico induce stress ossidativo e alterazioni nel metabolismo dello zinco e degli enzimi antiossidanti. Il presente studio ha valutato i parametri biochimici dello zinco e l’attività degli enzimi superossido dismutasi e glutanione perossidasi in atleti adolescenti.
Metodi. Cinquantadue adolescenti di sesso maschile, di età compresa tra i 14 e i 19 anni, sono stati divisi in due gruppi: gruppo dei casi, composto di judoisti (N.=25) e gruppo di controllo (N.=27). Sono state eseguite valutazioni della composizione corporea e dell’apporto alimentare e sono stati prelevati campioni ematici 24 ore dopo l’allenamento per misurare lo zinco eritrocitario e plasmatico e l’attività degli enzimi superossido dismutasi e glutanione perossidasi.
Risultati. La media dello zinco plasmatico era di 72,9±14,6 µg/dl per gli atleti e di 71,3±15,9 µg/dl per i controlli, quella dello zinco eritrocitario era di 43,1±11,3 µg/gHb per gli atleti e di 41,2±8,6 µg/gHb per i controlli; la media dell’attività della superossido dismutasi era di 1.373,2±396,4 U/gHb per gli atleti e di 1.466,6±320,0 U/gHb per i controlli (P>0,05), quella della glutanione perossidasi era di 39,5±10,0 U/gHb per gli atleti e 55,6±12,4 U/gHb per i controlli (P<0,05). Tuttavia, il peso corporeo, l’indice di massa corporea, la massa magra e l’apporto di zinco erano più elevati negli atleti rispetto al gruppo di controllo e la percentuale di grasso era più bassa negli atleti (P<0,05). Lo zinco plasmatico ed eritrocitario, oltre che l’attività della superossido dismutasi, non hanno mostrato differenze significative tra i soggetti fisicamente attivi e i controlli.
Conclusioni. I risultati suggeriscono che non sussistono alterazioni nella compartimentazione dello zinco nei judoisti adolescenti e che l’attività della glutanione perossidasi sia ridotta negli atleti rispetto al gruppo di controllo.

inizio pagina