Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 August;170(4) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 August;170(4):229-37

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 August;170(4):229-37

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

L’attenuazione con ultrasuoni a banda larga del calcagno è correlata all’attività fisica negli uomini e nelle donne giovani di razza caucasica

Weeks B. K., Beck B. R.

Griffith Health Institute, Griffith University, Southport, QLD, Australia


PDF


Obiettivo. Lo scopo di questo studio è stato esaminare le differenze nell’attenuazione calcaneare con ultrasuoni a banda larga (broadband ultrasound attenuation, BUA) in uomini e donne giovani e in buona salute osservando in particolare il picco di massa ossea ed esaminando l’influenza della dominanza di lato e di fattori selezionati riguardanti lo stile di vita come l’attività fisica.
Metodi. Sono stati arruolati un totale di 158 uomini e donne di età compresa tra i 19 e i 25 anni. É stato misurato il valore di BUA calcaneare destro e sinistro attraverso un densitometro a ultrasuoni QUS-2 (Quidel Corp, CA). Sono state registrate l’attività fisica ossea, l’assunzione di calcio con la dieta, l’attitudine al fumo, l’assunzione di alcol, eventuali medicazioni, la storia mestruale e la dominanza di un arto inferiore.
Risultati. La precisione a breve termine delle misurazioni della BUA è stata pari a 1,6-2,5%. Per gli uomini la BUA si è mostrata significativamente superiore rispetto alle donne (101,5±1,9 vs. 90,4±1,5 dB/MHz, P=0,001). Sebbene non siano stati rilevati effetti importanti da parte dell’età, il valore di BUA è apparso aumentare negli uomini lungo l’intervallo di età così che una differenza tra i due sessi non significativa a 19 anni è divenuta tale all’età di 25 (P=0,002). Non sono stati riscontrati effetti di dominanza sulla BUA per entrambi i sessi. L’attività fisica specifica ossea e il peso registrato per le variazioni del valore di BUA nelle donne (P<0,05).
Conclusioni. I giovani uomini hanno un valore di BUA considerevolmente maggiore rispetto le donne di pari età. Il valore di BUA presenta il picco maggiore nelle donne a 19 anni ma continua ad aumentare negli uomini fino a 25 anni. La BUA calcaneare è positivamente correlata al peso corporeo e all’attività fisica specifica ossea negli uomini e nelle donne giovani.

inizio pagina