Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 April;168(2) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 April;168(2):115-118

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 April;168(2):115-118

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Meningocele sacrale anteriore. Due casi clinici

Croce P., Perotti D., Frigoli A.

Divisione di Ginecologia e Ostetricia del Civico Ospedale di Cotogno, Lodi, Italia


PDF


Il meningocele sacrale anteriore (MSA) è una patologia rara, sono segnalati circa 300 casi in letteratura di cui alcuni nella stessa famiglia. Il MSA fa parte dei disrafismi spinali occulti e consiste nell’erniazione del sacco durale nella regione pelvica, attraverso un difetto congenito del sacro. Qui descriviamo due casi clinici: il primo è quello di una giovane donna, asintomatica, alla quale è stata diagnosticata una massa pelvica e una malformazione uterina durante una visita ginecologica di controllo. Successivamente la laparoscopia esplorativa e la risonanza magnetica nucleare hanno permesso di diagnosticare un meningocele sacrale anteriore associato a un utero didelfo. Il secondo caso è quello della madre trovata affetta da MSA dopo la figlia. Il MSA si presenta come una massa cistica unica o multiloculata, pelvica, retroperitoneale che può associarsi a tumori benigni retroperitoneali. I sintomi più comuni sono: dolore pelvico, dolore mestruale, disfunzione vescicale, disfunzione intestinale, disturbi neurologici al perineo e agli arti inferiori. Il MSA può essere anche asintomatico. Per la sua localizzazione e per il suo aspetto il MSA può essere confuso con una cisti ovarica e condurre la paziente all’attenzione del medico ginecologo. Viene segnalato questo caso per ricordare una patologia rara che se misconosciuta rischia di non essere valutata adeguatamente e quindi di essere trattata in maniera non congrua.

inizio pagina