Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2008 April;167(2) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2008 April;167(2):73-81

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

CASI CLINICI   

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2008 April;167(2):73-81

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Il supporto ecografico in urgenza all’approccio alla patologia dei tessuti molli articolari: dalle tendinosi calcifiche della spalla e del tendine di Achille agli ematomi muscolari

Russo A.

Unità Operativa: Pronto Soccorso Chirurgico Presidio Ospedaliero “Leopoldo Parodi Delfino” ASL Roma G – Colleferro, Roma, Italia


PDF


Le calcificazioni muscolotendinee rappresentano una rara complicanza di traumi o interventi chirurgici, condotti sui tessuti articolari. La spalla rappresenta la sede elettiva di suddetta degenerazione, causa di dolore ed invalidità più o meno marcata, che può richiedere un trattamento invasivo anche impegnativo, dall’aspirazione percutanea ecoguidata del nodulo calcifico ad interventi di vera e propria acromionplastica, sebbene possa esserne colpito anche il tendine di Achille, soprattutto in giovani atleti o in individui adulti, predisponendo ad una lacerazione dello stesso. Sollecitazioni funzionali abnormi o traumi diretti sul muscolo o sulle componenti articolari cartilaginee, (ematomi, tendiniti, distorsioni), costituiscono i fattori di rischio delle ossificazioni. L’ecografia, soprattutto in urgenza, si propone eccellente ausilio diagnostico, rapido e non invasivo.

inizio pagina