Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2006 October;165(5) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2006 October;165(5):231-4

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2006 October;165(5):231-4

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Livelli di neopterina e di citochine nei pazienti con malaria

Godekmerdan A. 1, Ilhan F. 1, Yazar S. 2, Koltas I. S. 3, Ozden M. 1

1 Department of Immunology, Medical Faculty, Firat University, Elazig, Turkey; 2 Department of Parasitology, Medical Faculty, Erciyes University, Kayseri,Turkey; 3 Department of Parasitology, Medical Faculty, Cukurova University, Adana, Turkey


PDF


Obiettivo. L’obiettivo di questo studio è stato di valutare la polarizzazione Th alla luce dei livelli di IL-4, IFN-α e neopterina nei pazienti con malaria acuta.
Metodi. Lo studio ha coinvolto 38 pazienti (21 di sesso femminile e 17 di sesso maschile) parassitari da Plasmodium vivax. L’età dei pazienti era compresa tra 14 e 58 anni. Quale gruppo di controllo sono stati arruolati 33 soggetti sani (15 di sesso femminile e 18 di sesso maschile) con età compresa tra 18 e 60 anni. Ad ogni paziente in stadio acuto di malattia è stato prelevato un campione di sangue di 5 ml sul quale sono stati misurati con tecnica ELISA i livelli di neopterina, IL-4 e IFN-α.
Risultati. I livelli sierici medi di neopterina e di IL-4 del gruppo con malaria acuta erano significativamente maggiori rispetto a quelli del gruppo di controllo (p < 0,001). Tuttavia, i livelli sierici medi di IFN-α non differivano significativamente tra i due gruppi (p > 0,05).
Conclusioni. La risposta immune dei pazienti con malaria acuta da P. vivax tende ad essere orientata verso la polarizzazione Th2. La neopterina, secreta dai macrofagi attivati è stata considerata un marcatore precoce e sensibile dell’attivazione del sistema immunitario nei pazienti con malaria.

inizio pagina