Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2005 August;164(4) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2005 August;164(4):269-74

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2005 August;164(4):269-74

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Livelli aumentati di adrenomedullina in pazienti settici non traumatizzati

Guneysel O. 1, Ozturk T. 1, Umuroglu T. 2

1 Department of Emergency Medicine, Marmara University Faculty of Medicine, Uskudar/Istanbul, Turkey; 2 Department of Anesthesiology and Reanimation, Marmara University Faculty of Medicine, Uskudar/Istanbul, Turkey


PDF


Obiettivo. Lo scopo dello studio è stato quello di valutare i livelli plasmatici di adrenomedullina (ADM) in pazienti settici non traumatizzati. È stato inoltre indagato il valore dei livelli di ADM come marcatore per la diagnosi precoce e per la valutazione della severità della sepsi.
Metodi. Sono stati misurati i livelli di ADM in 49 pazienti non traumatizzati con diverse forme di sepsi e in 42 pazienti sani come controlli.
Risultati. I livelli di ADM nel gruppo dei pazienti (150,38±99.60 fmol/ml) sono risultati significativamente più alti dei controlli (8,07±5,52 fmol/ml). In contrasto con la differenza riscontrata tra gruppo dei pazienti e controlli, non sono invece state riscontrate correlazioni tra la severità della sepsi ed i livelli plasmatici di ADM. Anche i livelli plasmatici di ADM non sono risultati differenti tra le diverse tipologie di sepsi.
Conclusioni. I livelli plasmatici di ADM sono notevolmente incrementati nei pazienti con sepsi con differenti cause di infezioni, verosimilmente per la ridotta eliminazione o l’aumentata produzione degli organi colpiti ma la causa di infezione non ha effetto sull’incremento di questi valori.

inizio pagina