Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2005 April;164(2) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2005 April;164(2):119-26

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2005 April;164(2):119-26

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Studio randomizzato e controllato per la valutazione dell’efficacia dell’olio di menta nel trattamento della sindrome da colon irritabile

Capanni M., Surrenti E., Biagini M. R., Milani S., Surrenti C., Galli A.

Unità di Gastroenterologia, Dipartimento di Fisiopatologia Clinica, Università di Firenze, Firenze


PDF


Obiettivo. La sindrome da colon irritabile (Irritable Bowel Syndrome: IBS) rappresenta una frequente patologia funzionale gastroenterica, caratterizzata da dolore addominale, meteorismo e alterazioni dell’alvo. Un possibile trattamento è l’olio di menta piperita, dotato di proprietà carminative e antispastiche. Scopo del nostro studio è analizzare l’efficacia dell’olio di menta in formulazione gastroprotetta (Mintoil), tramite analisi randomizzata e controllata, in doppio cieco.
Metodi. Abbiamo arruolato 178 pazienti consecutivi affetti da IBS, secondo i criteri diagnostici di Roma II. I pazienti sono stati randomizzati in due bracci in base a liste generate dal computer: un braccio da trattare con Mintoil 2 capsule ×3/die per 3 mesi, e l’altro braccio da sottoporre a placebo. I risultati sono stati raccolti tramite un apposito questionario validato, somministrato ogni 3 settimane. I dati sono stati analizzati con test χ2.
Risultati. Novantun pazienti (22 M, 69 F; età media 41 anni; range 18-72 anni) sono stati trattati con Mintoil, e 87 pazienti (23 M, 64 F; età media 44 anni; range 21-74 anni) con il placebo. Tre pazienti sono usciti dallo studio per l’insorgenza di patologie non correlate ad IBS, altri due pazienti per pirosi. Non sono comparsi altri eventi indesiderati. L’olio di menta, rispetto al placebo, ha migliorato i sintomi complessivi di IBS in 73/91 (80%) vs 31/87 (36%) pazienti (p<0,02). Nella fattispecie, ha migliorato in maniera significativa i sintomi gastroenterici, in 88/91 (97%) vs 29/87 (33%) pazienti (p<0,01), il disagio psichico, in 34/91 (37%) vs 16/87 (18%) pazienti (p<0,05), e l’impatto sociofamiliare, in 69/91 (76%) vs 37/87 (43%) pazienti (p<0,04).
Conclusioni. Una terapia di tre mesi con Mintoil risulta efficace e sicura nei pazienti affetti da IBS. Il questionario da noi testato appare utile per il monitoraggio dei sintomi gastroenterici e della qualità di vita.

inizio pagina