Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2003 August;162(4) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2003 August;162(4):97-100

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEWS   

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2003 August;162(4):97-100

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Interferenza dei fitoestrogeni con il tamoxifene citrato nel trattamento del cancro mammario. Revisione della letteratura

Fiorenzuoli F., Gori L., Corti G., Manetti M.

Centro di Medicina Naturale, Ospedale S. Giuseppe, Az USL 11 Empoli, Firenze


PDF


I fitoestrogeni sono sostanze di origine vegetale ad attività estrogenica, che, da un punto di vista fitochimico, appartengono prevalentemente al gruppo degli isoflavoni. I fitoestrogeni sono presenti in integratori alimentari e in prodotti erboristici usati per il trattamento dei disturbi della menopausa e sono estratti prevalentemente dalla soia (Glicine Max, Merril), trifoglio (Trifolium pratense, L), erba medica (Medicago sativa, L) e cimicifuga (Cimicifuga racemosa, L. Nuttal). A causa della loro attività estrogenica, possono interferire con l’azione farmacologica del Tamoxifene citrato, un farmaco antiestrogeno di uso comune nel trattamento del cancro della mammella estrogeno dipendente.

inizio pagina