Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2001 December;160(6) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2001 December;160(6):181-8

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2001 December;160(6):181-8

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Epulidi. Considerazioni anatomo-cliniche su 113 casi

Fioroni M. 1, Procaccini M. 1, Bartolucci M. 1, Rubini C. 2

1 Università degli Studi - Ancona, Istituto di Scienze Odontostomatologiche; 2 Università degli Studi - Ancona, Istituto di Anatomia ed Istologia Patologica


PDF


Obiettivo. Le epulidi sono neoformazioni benigne, sessili o peduncolate, di natura reattiva, insorgenti dal legamento alveolo-dentario ad estrinsecazione gengivale, più spesso interdentale. In questo lavoro viene eseguito uno studio epidemiologico delle epulidi, con riferimento alla classificazione istopatologica di Soames e Southam.
Metodi. Sono stati presi in considerazione 113 casi di epulide e valutati i seguenti parametri: età dei pazienti, sesso e sede di insorgenza; viene inoltre eseguito un esame istologico dei prelievi bioptici per classificare tali lesioni.
Risultati. Le epulidi osservate in questo studio interessano più spesso i soggetti appartenenti alla IV, VI e VII decade di vita; più frequenti nei pazienti di sesso femminile, queste neoformazioni prediligono il mascellare superiore. All’esame istologico si distinguono 68 casi di epulide fibrosa (60%), 27 di epulide giganto-cellulare (24%) e 18 casi di epulide vascolare (16%).
Conclusioni. Nello studio clinico-epidemiologico delle epulidi, è importante che tutti gli Autori facciano riferimento ad un’unica classificazione istopatologica per avere a disposizione dati omogenei. La diagnosi di epulide deve essere corretta e puntuale per poter intraprendere una terapia adeguata ed evitare pericolose complicazioni.

inizio pagina