Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2001 October;160(4-5) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2001 October;160(4-5):169-72

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2001 October;160(4-5):169-72

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Considerazioni su di un caso di voluminosa neoplasia vescicale plurirecidivante

Petta S., Martis G., Aloisi P., Arrighi M., Locunto U.

Università degli Studi «La Sapienza» - Roma, Dipartimento di Urologia «U. Bracci»


PDF


Il carcinoma vescicale localizzato, dopo essere stato resecato, recidiva nel 50-70% dei casi. Di questi il 30% delle forme pT1 vanno incontro ad un aumento dell’aggressività. Il caso descritto si riferisce ad un uomo di 53 anni, sottoposto a ripetute resezioni endoscopiche per esteso e voluminoso carcinoma transizionale della vescica recidivato sempre come forma superficiale, permette di affermare che questo tipo di neoplasia non deve e non può essere considerata recidivante con aspetti di aggressività maggiore.
L’atteggiamento migliore verso questa neoplasia consiste in un attento follow-up con astensione dalla profilassi chemioterapica endovescicale, se non in caso di plurifocalità e recidiva entro breve termine.

inizio pagina