Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2001 June;160(3) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2001 June;160(3):97-9

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2001 June;160(3):97-9

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Embolia polmonare e ECG

Guglielmi V. 1, Lattaruli S. 2, Mastrangelo D. 3

1 Servizio di Pronto Soccorso, IRCCS «Saverio De Bellis» - Castellana Grotte (Bari); 2 Reparto di Terapia Intensiva e Rianimazione, IRCCS «Saverio De Bellis» - Castellana Grotte (Bari); 3 Servizio di Cardiologia, IRCCS «Saverio De Bellis» - Castellana Grotte (Bari)


PDF


Obiettivo. Nel sospetto di embolia polmonare (EP), l’ECG è uno dei primi esami che vengono eseguiti.
Metodi. Abbiamo voluto verificare in maniera retrospettiva quali sono state le alterazioni elettrocardiografiche che si sono verificate nei 17 pazienti ricoverati nel Reparto di Terapia Intensiva e Rianima-zione del nostro Istituto con diagnosi di EP negli ultimi 10 anni.
Risultati. Le più frequenti sono risultate: la tachicardia sinusale, aspetto S1Q3, pattern ischemico sub-epicardico (PIS) e blocco di branca destra. Non abbiamo riscontrato correlazione tra PIS e esito infausto. La tromboflebite degli arti inferiori è risultata la causa più frequente di EP che ha confermato l’alto indice di mortalità.

inizio pagina