Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 1999 December;158(6) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 1999 December;158(6):191-6

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 1999 December;158(6):191-6

Copyright © 1999 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Il trattamento naturale dell’alitosi

Corno F., Mistrangelo M., Capuzzi P., Donati D., Antonucci M., Carera M., Zoanetti S., Ghiougi S.

Università degli Studi - Torino, Dipartimento di Discipline Chirurgiche, Sezione Clinica Chirurgica Generale ed Oncologica


PDF


Obiettivo. L’alitosi è un disturbo frequente che affligge il genere umano dai tempi antichi. È un problema di carattere sia sociale che economico, soprattutto nei paesi industrializzati. L’alitosi può essere determinata da molteplici fattori orali o extra-orali, sebbene in molti casi il cattivo odore origina dalla cavità orale stessa. Molti studi hanno evidenziato che i componenti sulfurei volatili sono i gas più frequentemente associati con l’alitosi. Lo scopo di questo studio è quello di valutare l’efficacia di un nuovo prodotto naturale, studiato per l’alitosi.
Metodi. A tale scopo 20 giovani adulti sani sono stati valutati per la loro alitosi dopo una cena a base di alimenti a base di aglio. I volontari sono stati suddivisi random in 2 gruppi, che hanno assunto rispettivamente niente (n=10) o il nuovo prodotto naturale (n=10). I soggetti sono stati testati, tramite uno «sniff test», in modo random da 2 giudici che non erano a conoscenza sulla composizione dei 2 gruppi. Il test è stato condotto 90 e 180 minuti dopo l’assunzione del prodotto.
Risultati. Gli Autori hanno osservato un’importante riduzione dell’alitosi nei soggetti che avevano assunto il prodotto rispetto al gruppo di controllo, soprattutto dopo 180 minuti. I risultati rilevano un miglioramento dell’alitosi dopo l’assunzione del nuovo prodotto.
Conclusioni. Gli Autori sottolineano che i migliori risultati nel trattamento dell’alitosi richiedono l’associazione di tale prodotto con il miglioramento dell’igiene orale, l’eliminazione della sepsi endo-orale e l’assunzione di pasti regolari. Ulteriori studi saranno in grado di valutare il ruolo di questo nuovo prodotto nel trattamento dell’alitosi.

inizio pagina