Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2008 June;54(2) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2008 June;54(2):125-30

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW  AN UPDATE ON EUS IN 2008 

Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2008 June;54(2):125-30

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Ecografia endoscopica con agoaspirazione sottile nella diagnosi del carcinoma epatocellulare

Jagannath S., Puri K., Kantsevoy S., Thuluvath P. J.

Department of Medicine The Johns Hopkins Hospital, Baltimore, MD, US


PDF


Il carcinoma epatocellulare (CE) è uno dei carcinomi più frequenti. I maggiori fattori di rischio associati al CE sono la cirrosi causata dal virus dell’epatite B, dal virus dell’epatite C o da un consumo cronico di alcolici. La prognosi dei pazienti con CE non è favorevole e questo è principalmente dovuto allo stato avanzato del carcinoma al momento della diagnosi e anche alla cirrosi latente. Se il CE viene diagnosticato precocemente, la prognosi migliora significativamente e, pertanto, lo screening sistematico di tutti i pazienti ad alto rischio diventa fondamentale per una diagnosi precoce e l’uso di trattamenti adeguati. Gli attuali strumenti a disposizione per lo screening e la diagnosi del CE restano insufficienti, anche se i progressi raggiunti negli ultimi dieci anni hanno reso il CE una malattia potenzialmente suscettibile di terapia in gruppi selezionati di pazienti. In questa review vengono prese in considerazione le attuali linee guida per la stadiazione e la diagnosi del CE in soggetti ad alto rischio, oltre al potenziale ruolo dell’ecografia endoscopica con agoaspirato nella diagnosi del CE.

inizio pagina