Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2017 March;19(1) > Esperienze Dermatologiche 2017 March;19(1):17-24

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Per citare questo articolo

 

ARTICOLO ORIGINALE   

Esperienze Dermatologiche 2017 March;19(1):17-24

DOI: 10.23736/S1128-9155.17.00446-0

Copyright © 2017 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Valutazione e monitoraggio delle ferite difficili con l'utilizzo della scala Bates-Jensen Assessment Tool: studio osservazionale

Valeria CREMONINI 1 , Rosita GIULIANI 2, Paolo FUSAROLI 2, Ivan RUBBI 1

1 Dipartimento di Infermieristica, Università di Bologna, Bologna, Italia; 2 Direzione Medica Ospedale di Ravenna, AUSL della Romagna, Ravenna, Italia


PDF


OBIETTIVO: Il presente lavoro studia la validità e affidabilità del Bates-Jensen Assessment Tool (BWAT) tradotto in italiano.
METODI: Il test è stato applicato a un campione di 126 pazienti affetti da ferite difficili per individuare tempestivamente l’efficacia del trattamento. La BWAT comprende 13 item che descrivono le caratteristiche della ferita con un punteggio ed è stata somministrata più volte alla maggior parte dei pazienti durante 12 giorni di osservazione.
RISULTATI: L’analisi statistica né ha confermato la validità.
CONCLUSIONI: La scala BWAT, nella sua ultima versione aggiornata, potrebbe così divenire in Italia lo standard per la valutazione della guarigione delle ferite.


KEY WORDS: Ulcera da pressione - Ulcera difficile - Valutazione

inizio pagina