Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2017 March;19(1) > Esperienze Dermatologiche 2017 March;19(1):2-9

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Per citare questo articolo

 

REVIEW   

Esperienze Dermatologiche 2017 March;19(1):2-9

DOI: 10.23736/S1128-9155.17.00440-X

Copyright © 2017 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

La sifilide: interpretazione dei dati di laboratorio

Massimo NACCA 1, Luigi BOCCIA 1 , Gelsomina RONZA 1, Luigi VALENZANO 2

1 Azienda Ospedaliera di Rilevanza Nazionale Sant’Anna e San Sebastiano, Caserta, Italia; 2 Istituto Dermatologico San Gallicano di Roma, Roma, Italia


PDF


La sifilide è una complessa e temibile infezione a trasmissione sessuale di difficile interpretazione diagnostica. Quando presenti e tipiche, le lesioni cliniche ci aiutano nella diagnosi, ma talvolta le manifestazioni, in alcune fasi della malattia, hanno un decorso fugace. In questi casi la diagnosi di sifilide è indiretta e i test sierologici sono fondamentali. Abbiamo voluto approfondire l’argomento considerando anche le false positività biologiche e la maggiore specificità di alcuni test rispetto ad altri. Ci siamo soffermati sulla sensibilità e la conseguente affidabilità dei test nella sifilide congenita e connatale, nella neurolue e in condizioni particolari come la sifilide in gravidanza o in paziente affetto da HIV.


KEY WORDS: Sierodiagnosi della sifilide - Treponema pallidum - Diagnosi

inizio pagina