Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2016 September-December;18(3-4) > Esperienze Dermatologiche 2016 September-December;18(3-4):129-33

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Per citare questo articolo

 

ARTICOLO SPECIALE   

Esperienze Dermatologiche 2016 September-December;18(3-4):129-33

Copyright © 2017 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Il vino e la pelle: tra rossori, cosmesi e resveratrolo

Massimo PAPI 1, 2, Claudia PAPI 3

1 Gruppo di studio Ulcere cutanee, ADOI, Roma, Italia; 2 Sezione di Dermatologia Lega tumori Italiana (LILT), Provincia di Roma, Roma, Italia; 3 Università La Sapienza, Roma, Italia


PDF


Attualmente stanno avendo larga diffusione i trattamenti cosmetici e dermoestetici con prodotti derivati dall’uva o contenenti sostanze presenti nell’uva e nel vino, mentre numerose molecole in essi contenute sono utilizzate a scopo di integrazione alimentare con finalità antiossidanti. Tra queste sostanze, il resveratrolo è stato molto studiato per le sue potenziali attività antiossidanti e antiaterosclerotiche. Accanto ai disturbi cutanei che esamineremo, l’eccessivo consumo di vino può determinare una vasta serie di patologie internistiche.

inizio pagina