Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2015 September;17(3) > Esperienze Dermatologiche 2015 September;17(3):103-10

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Per citare questo articolo
Share

 

CASI CLINICI   

Esperienze Dermatologiche 2015 September;17(3):103-10

Copyright © 2016 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Epitelioma basocellulare avanzato: fin dove arriva la chirurgia?

Tomassini G. M. 1, Tramontana M. 1, Simonetti S. 1, Cenci N. 2, Stingeni L. 1

1 Sezione di Dermatologia Clinica, Allergologica e Venereologica, Dipartimento di Medicina, Università di Perugia, Perugia, Italia; 2 Unità di Neurochirurgia, Dipartimento di Chirurgia, Ospedale Santa Maria della Misericordia, Perugia, Italia


PDF


L’epitelioma basocellulare rappresenta la più frequente neoplasia nell’uomo, costituendo l’80% dei tumori cutanei non melanoma (NMSC). Il termine “localmente avanzato” indica le forme infiltranti i tessuti circostanti, quali muscolo, cartilagine, osso. Viene riportato il caso di un uomo di 74 anni con recidiva di epitelioma basocellulare della regione frontale destra infiltrante il tessuto osseo sottostante. Gli autori descrivono la tecnica chirurgica utilizzata, ponendo l’attenzione alla multidisciplinarità del caso e valutando criticamente le possibilità offerte dal trattamento chirurgico e i suoi limiti e il rapporto rischio/beneficio nella nuova “era Vismodegib”.

inizio pagina