Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2013 September;15(3) > Esperienze Dermatologiche 2013 September;15(3):119-22

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Esperienze Dermatologiche 2013 September;15(3):119-22

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Linfoma cutaneo a cellule B della zona marginale: due casi

Betto P. 1, Bonoldi E. 2, Veller-Fornasa C. 1

1 Unità Operativa Dermatologia, Ospedale Civile San Bortolo, Vicenza; 2 Unità Operativa Anatomia Patologica, Lecco


PDF


Si descrivono due casi giunti alla nostra osservazione. Il primo riguarda un uomo di 57 anni che, dal 2006 al 2008, ha asportato 4 lesioni nodulari rossastre rispettivamente al braccio destro, braccio sinistro, fronte e addome. L’esame istologico di tutte le lesioni, risultato sovrapponibile, è stato conclusivo per linfoma B della zona marginale (SALT). Da allora il paziente è libero da malattia. Il secondo caso riguarda un uomo di 53 anni che, dal 2007 al 2010, ha presentato 4 lesioni nodulari rossastre, in sede lombo-sacrale, ascellare, emitoracica e lombosacrale sinistra. Anche in questo caso si è concluso per linfoma B della zona marginale (SALT)Questo immunotipo di linfoma è considerato parte del vasto gruppo dei linfomi del MALT, linfomi a basso grado di malignità con decorso indolente, caratterizzati dall’insorgenza di lesioni nodulari persistenti e/o ricorrenti.

inizio pagina