Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2013 June;15(2) > Esperienze Dermatologiche 2013 June;15(2):91-3

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

NOTE DI TERAPIA   

Esperienze Dermatologiche 2013 June;15(2):91-3

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Lembo a elica per ampia perdita di sostanza della gamba destra

Cecchi R., Fancelli L., Troiano L. M.

Unità Operativa di Dermatologia, Ospedale di Pistoia, Pistoia, Italia


PDF


Viene descritto il caso di un paziente di 72 anni che presentava un carcinoma basocellulare nodulare ulcerato, di circa 5 cm di diametro, a livello della superficie laterale della gamba destra. La lesione veniva asportata chirurgicamente con tecnica micro-topografica Mohs, modificata Tubingen, effettuata “a fresco”, per un adeguato controllo dei margini di exeresi. Il difetto residuo veniva riparato con l’impiego di 2 lembi “ad elica”, che venivano avanzati e ruotati fino alla completa copertura della perdita di sostanza. Non si segnalavano complicanze di rilievo, con l’eccezione di una modesta necrosi superficiale degli apici dei lembi, peraltro risolta con medicazioni locali in 3 settimane. Dopo 3 mesi dall’intervento si apprezzava un buon risultato chirurgico. La procedura con doppio lembo ad elica si è rivelata una valida e semplice soluzione per la copertura di un difetto chirurgico cutaneo di ampie dimensioni, in una sede notoriamente problematica da riparare.

inizio pagina