Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2013 March;15(1) > Esperienze Dermatologiche 2013 March;15(1):13-6

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Esperienze Dermatologiche 2013 March;15(1):13-6

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Un caso di tuberculide papulonecrotica

Spataro A. 1, Melis L. 2, Mistrulli L. 1, Carlesimo S. C. 1, 2, Pala S. 1

1 Università La Sapienza, Roma, Italia; 2 Policlinico Unmberto I, Roma, Italia


PDF


La tubercolosi è una malattia infettiva cronica granulomatosa, causata solitamente dal Mycobacterium tuberculosis; l’infezione si contrae solitamente tramite le goccioline di pflugge emesse dai pazienti infetti; la cute viene colonizzata dai bacilli per infezione esogena o endogena. L’infezione primaria solo eccezionalmente è causa di malattia in soggetti con immunità cellulare intatta, in quanto la risposta immunitaria specifica riesce a contenere i micobatteri all’interno dei granulomi o tubercoli; tuttavia, in condizioni di immunodepressione, i micobatteri possono riattivarsi. La tubercolosi cutanea è una condizione clinica rara; tuttavia, a causa dell’aumenta incidenza della malattia polmonare, stiamo assistendo ad una recrudescenza anche della malattia dermatologica, giustificata, nei paesi industrializzati, dalla più frequente migrazione delle popolazioni, dalla resistenza ai polichemioterapici antitubercolari, dallo sviluppo dell’infezione in soggetti HIV-positivi e dalla recente diffusione dei farmaci biologici. Gli autori presentano un caso di tuberculide papulonecrotica insorta in una donna, originaria delle Filippine, già in trattamento antitubercolare.

inizio pagina