Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2011 September;13(3) > Esperienze Dermatologiche 2011 September;13(3):145-7

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

NOTE DI TERAPIA   

Esperienze Dermatologiche 2011 September;13(3):145-7

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Linfangiomi ed emolinfangiomi: la nostra esperienza dermochirurgica

Pierleoni M. 1, Catrani S. 1, Arcangeli F. 2

1 U.O. di Dermatologia, Ospedale “Infermi”, Azienda USL di Rimini, Rimini; 2 U.O. di Dermatologia, Ospedale “M. Bufalini”, Azienda USL di Cesena, Cesena


PDF


I linfangiomi sono dilatazioni più o meno circoscritte delle strutture vasali del sistema linfatico. Se associati a lacune vasali con contenuto ematico appaiono come strutture morfologicamente più variegate, definite emolinfangiomi. La loro origine displastica, embrionale, è seguita da una storia biologica di natura costantemente benigna. Linfangiomi ed emolinfangiomi, a localizzazione cutanea e/o extracutanea, costituiscono circa il 25% dei tumori vascolari benigni riscontrabili in età pediatrica. A livello cutaneo queste lesioni appaiono spesso di minime dimensioni e asintomatiche, pertanto il loro trattamento non è mandatario, ma riservato solo alle lesioni sintomatiche oppure a quelle di chiaro impatto estetico. Non esiste un trattamento medico efficace. Il trattamento cortisonico per os si è dimostrato insoddisfacente e, attualmente, sono in corso studi sull’impiego del propranololo. Il trattamento chirurgico, quando attuabile, risulta ancor oggi quello di maggiore efficacia. Descriviamo la nostra esperienza in merito a 42 casi di pazienti affetti da linfangioma o emolinfangioma, sottoposti a trattamento chirurgico.

inizio pagina