Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2011 June;13(2) > Esperienze Dermatologiche 2011 June;13(2):85-90

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

NOTE DI TERAPIA   

Esperienze Dermatologiche 2011 June;13(2):85-90

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Impiego di sostituti artificiali della cute per allenarsi alla chirurgia dermatologica: nostra esperienza

Dondas A. 1, Ascari Raccagni A. 2, 3

1 Clinica Dermatologica, Università degli Studi di Trieste, Trieste, Italia 2 Unità Operativa di Dermatologia, Ospedale “G.B.Morgagni – L. Pierantoni”, Azienda Unità Sanitaria Locale di Forlì, Forlì Cesena, Italia 3 Clinica Dermatologica, Master in Chirurgia Dermatologia, Università degli Studi di Siena, Siena, Italia


PDF


A causa del notevole aumento dell’incidenza dei tumori cutanei, la chirurgia dermatologica è diventata una parte molto importante della dermatologia. Per prepararsi ad affrontare questa nuova “sfida”, il dermatologo deve “attrezzarsi” adeguatamente, sia a livello teorico che con l’ esercizio pratico su modelli sostitutivi della cute umana, di tipo biologico e artificiali. Recentemente è stato proposto l’impiego di una benda elastica auto-aderente, facilmente reperibile in ogni reparto di dermatologia (COBAN ™ ), come sostituto artificiale della cute per fare pratica nel disegnare i lembi e per studiare la loro dinamica di movimento. A nostro parere l’impiego di modelli non-biologici rappresenta un modo valido, semplice, economico ed estremamente utile per quegli studenti in medicina e quegli specializzandi che vogliano allenarsi nella chirurgia dermatologica.

inizio pagina