Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2011 June;13(2) > Esperienze Dermatologiche 2011 June;13(2):69-73

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

CASI CLINICI   

Esperienze Dermatologiche 2011 June;13(2):69-73

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Un caso di fascite nodulare del volto con revisione della letteratura

Cervadoro E. 1, Ubiglia S. 1, Ricciuti F. 1, Tognetti A. 2, Guidetti F. 3

1 I S.O.D. di Dermatologia Chirurgica, Fisioterapia Dermatologica e Follow-up Ustioni, Pisa, Italia 2 Unità Operativa di Anatomia e Istologia Patologica 2, Pisa, Italia 3 Unità Operativa di Chirurgia Maxillofacciale, Pisa, Italia


PDF


La fascite nodulare è una patologia non oncologica rara, poco studiata, spesso misconosciuta. L’eziologia era tradizionalmente considerata traumatica, ma attualmente ciò appare confutato dalla letteratura più moderna. Istologicamente la fascite nodulare è caratterizzata dalla rapida e caotica crescita di tessuto a prevalente componente stromale. Si descrivono due sottotipi di fascite nodulare: il primo è superficiale, iperintenso e con basso enhancement alla risonanza magnetica; l’altro è più profondo, isointenso e con enhancement disomogeneo. Queste differenze sembrano essere correlate a due differenti profili prognostici. La presente review sottolinea alcuni recenti sviluppi nella diagnosi genetica e molecolare e si prefigge di suggerire agli specialisti di differenti discipline di considerare nella diagnosi differenziale di masse espansive aderenti alla fascia del distretto testacollo anche la fascite nodulare.

inizio pagina