Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2008 March;10(1) > Esperienze Dermatologiche 2008 March;10(1):19-21

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Esperienze Dermatologiche 2008 March;10(1):19-21

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

La malattia da graffio di gatto

Boccia L., Piacquadio Sala G., Buonomo C., Nacca M., Battarra V. C., Morelli E.

Unità di Dermatologia Pediatrica Azienda Ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, Caserta


PDF


Questo articolo presenta un caso clinico relativo a un uomo di anni 24, amante dei gatti, che giunge alla nostra osservazione per la comparsa alla mano sinistra di manifestazioni papulo-nodulari di colorito violaceo, persistenti da più di una settimana, asintomatiche. All’esame obiettivo è presente una linfoadenopatia ascellare consensuale. Gli esami bioumorali e la radiografia del torace sono nella norma. L’esame istologico su un frammento di cute lesa mostra uno strato corneo ispessito e paracheratosico, un processo infiammatorio misto, includente granulociti neutrofili, cellule istiocitarie ad abito epitelioide ed elementi linfocitari, nel derma sottostante e piccoli focolai di necrosi. Il paziente è stato trattato con un’associazione di macrolidi e chinolonici per due settimane con risultati brillanti.

inizio pagina