Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2012 February;147(1) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2012 February;147(1):29-44

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

  NOVITÀ IN DERMATOLOGIA 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2012 February;147(1):29-44

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Riempimento dei tessuti molli e tossina botulinica, tecniche di trattamento

Yamauchi P. S. 1, 2

1 Dermatology Institute and Skin Care Center, Santa Monica, CA, USA; 2 Division of Dermatology, David Geffen School of Medicine at UCLA, Los Angeles, CA, USA


PDF


Sono state impiegate una molteplicità di tecniche non invasive nel miglioramento delle alterazioni cutanee causate dal fotoinvecchiamento. Tali metodi comprendono peeling chimici, microdermoabrasione, laser ablativi e non ablativi e varie fonti di luce rigenerante. Tuttavia, le procedure cosmetiche minimamente invasive maggiormente utilizzate nella correzione delle rughe indesiderate e nella valorizzazione dei tratti del viso attraverso la modellazione e la volumizzazione sono le iniezioni di tossina botulinica e il riempimento dei tessuti molli. La loro sicurezza a lungo termine e la relativa facilità di tecnica procedurale hanno portato a elevati livelli di soddisfazione in tutto il mondo. Nondimeno sono indispensabili per garantire un esito eccellente e sicuro un training adeguato sui fondamentali della tecnica di iniezione, la scelta del candidato idoneo e la conoscenza di potenziali eventi avversi.

inizio pagina