Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2008 February;143(1) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2008 February;143(1):43-54

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

REVIEW   

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2008 February;143(1):43-54

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Linfoma cutaneo a cellule T: dall’immunobiologia alle opportunità terapeutiche

Berger C. L. 1, Heald P. 1, Girardi M. 1, Edelson R. L. 1, 2

1 Department of Dermatology School of Medicine, Yale University, New Haven, CT, USA 2 Yale Comprehensive Cancer Center, New Haven, CT, USA


PDF


Il linfoma cutaneo a cellule T (cutaneous T cell lymphoma, CTCL) è sempre stato terreno di prova dove progressi concettuali nell’immunologia possono essere testati e i risultati trasferiti nella pratica clinica. Dai primi studi che hanno impiegato eritrociti di pecora per identificare le cellule maligne come T linfocita per la dimostrazione molecolare della clonalità della patologia, tecniche scientifiche di base hanno fornito dei segnali che permettono di comprendere le caratteristiche cliniche osservate nei pazienti. Noi continuiamo ad applicare questo paradigma per sviluppare nuove intuizioni nel ruolo del sistema immunitario nel CTCL con l’obiettivo di sfruttare queste conoscenze per migliorare le opzioni terapeutiche disponibili per il paziente. Questo articolo fa una rassegna degli studi che hanno portato alle nostre attuali conoscenze dell’immunobiologia del CTCL e i nuovi approcci terapeutici testati in questa patologia.

inizio pagina