Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2003 December;138(6) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2003 December;138(6):503-6

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2003 December;138(6):503-6

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Un caso di associazione di morfea generalizzata in progressione e lichen sclerosus

Schena D. 1, Giovannini A. 1, Germi L. 1, Colato C. 2, Barba A. 1, Chieregato G. 1

1 Sezione di Dermatologia e Venereologia, Dipartimento di Scienze Biomediche e Chirurgiche, Università degli Studi di Verona, Verona, 2 Unità Operativa di Anatomia e Istologia Patologica, Università degli Studi di Verona, Verona


PDF


Viene descritto il caso di una paziente di 73 anni, affetta da sclerodermia sistemica e lichen sclerosus vulvare ed extragenitale del dorso. Dal 1997 la paziente era seguita presso altra struttura per morfea disseminata con positività per ANA (pos>1:640 omogeneo) senza segni e sintomi di coinvolgimento sistemico. Nell’ottobre 2001 giunse alla nostra osservazione per lesioni scleroatrofiche vulvari sormontate da lesioni esofitiche ingravescenti. La paziente riferiva che la sintomatologia era insorta 2 anni prima con lesioni inizialmente eritematose, biopsiate nel 2000 e successivamente nel 2001 dapprima con diagnosi di infezione da papilloma virus e successivamente con diagnosi di lichen sclerosus vulvare. In occasione del ricovero, la paziente venne sottoposta ad indagini generali che evidenziarono morfea disseminata, restringimento esofageo con lieve rigidità della parete, ANA positivi 1:2560, diabete, ipertensione, e venne posta diagnosi di sclerosi sistemica limitata.
Nel marzo 2002, la paziente si ripresentava per la comparsa di lesioni al tronco clinicamente e istologicamente diagnosticate come lichen sclerosus extragenitale.
Presentiamo questo caso per la non frequente associazione di lichen sclerosus genitale ed extragenitale con sclerodermia sistemica limitata.
Quest’associazione è da anni al centro di discussioni, in quanto, da un lato, autorevoli studiosi considerano il lichen sclerosus una variante della morfea, dall’altro, altri Autori lo considerano un quadro ben definito per caratteristiche cliniche e istologiche con occasionali associazioni delle due forme.

inizio pagina