Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2002 April;137(2) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2002 April;137(2):151-3

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

CASI CLINICI   

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2002 April;137(2):151-3

Copyright © 2002 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Tossicodermia indotta da oxcarbazepina. Descrizione di un caso

Gisondi P., Romano I., Sasso E., Guadagni M., Alinovi A.

Università degli Studi - Parma Facoltà di Medicina e Chirurgia Istituto di Dermatologia Medica e Chirurgica *Istituto di Clinica Neurologica


PDF


L’oxcarbazepina (OXC), un 10-keto derivato della più nota carbamazepina (CBZ), è un farmaco antiepilettico di recente introduzione che presenta caratteristiche di spettro di efficacia e di profilo terapeutico sovrapponibili a quello della CBZ. Reazioni allergiche cutanee alla OXC sono rare. Riportiamo un caso di severa tossicodermia da OXC illustrandone gli aspetti clinici.

inizio pagina