Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 December;135(6) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 December;135(6):731-4

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 December;135(6):731-4

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Dermite lichenoide da enalapril

Dinotta F., De Pasquale R., Zappalà L., D’Agata O., Micali G.

Università degli Studi - Catania Clinica Dermatologica


PDF


Viene riportato il caso di un uomo di 50 anni di età, di razza bianca, giunto alla nostra osservazione per la comparsa, da circa 4 settimane, di una eruzione eritemato-papulosa al tronco e agli arti, accompagnata da intensa sintomatologia pruriginosa. Il paziente riferiva di aver effettuato con scarso beneficio, nelle ultime 2 settimane, terapia sistemica cortisonica ed antistaminica nonché topica cortisonica. L’anamnesi familiare era negativa mentre quella patologica remota evidenziava soltanto, da circa 4 anni, ipertensione arteriosa essenziale trattata con enalapril alla dose di 20 mg/die, in assenza di precedenti di allergia a farmaci o ad altre sostanze. L’aspetto clinico ed istologico era compatibile con lichen planus. Veniva pertanto formulata diagnosi di «dermite lichenoide da enalapril» in soggetto senza segni di insufficienza renale. La sola sospensione dell’ACE-inibitore conduceva a notevole e continuo miglioramento e, dopo circa 4 mesi, a scomparsa definitiva sia della sintomatologia pruriginosa sia delle lesioni cutanee, che venivano sostituite da esiti pigmentari. In base alle nostre conoscenze, questo sarebbe il terzo caso osservato di eruzione lichenoide indotta da enalapril.

inizio pagina