Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2013 December;26(6) > Chirurgia 2013 December;26(6):429-32

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Chirurgia 2013 December;26(6):429-32

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Cistoadenocarcinoma epatobiliare: case report e revisione della letteratura

Mazahreh T. S. 1, Napolitano L. 2, Risio D. 2, Legnini M. 2, Filippone A. 3, Francomano F. 2, Bani-Hani K. E. 1, Innocenti P. 2

1 Department of Surgery, Faculty of Medicine Jordan University of Science and Technology, Irbid, Jordan; 2 Department of Surgery, “G. d’Annunzio” University “SS Annunziata” Hospital, Chieti, Italy; 3 Department of Radiology, “G. d’Annunzio” University “SS Annunziata” Hospital, Chieti, Italy


PDF


Riportiamo il caso di una paziente di 60 anni di sesso femminile affetta da cistoadenocarcinoma epatico che giunse alla nostra osservazione con una sintomatologia caratterizzata da un lieve dolore addominale ed una massa palpabile in ipocondrio destro. Le procedure diagnostiche dimostrarono la presenza di un tumore epatico multicistico di 7,5×7,5 cm. La paziente fu sottoposta ad epatectomia sinistra con linfoadenectomia. La diagnosi istologica fu la seguente: cistoadenocarcinoma epatico primitivo moderatamente differenziato (HBCA). La paziente è risultata libera da recidive a 18 mesi dall’intervento. Viene presentato il primo caso di questa rara patologia trattato presso il nostro Centro. Vengono discussi: la presentazione clinica, la diagnosi, le opzioni terapeutiche e la classificazione dei cistoadenocarcinomi epatobiliari.

inizio pagina