Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2007 October;20(5) > Chirurgia 2007 October;20(5):257-9

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Chirurgia 2007 October;20(5):257-9

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Torsione di milza migrante in sede pelvica: caso clinico e revisione della letteratura

Feroci F., Miranda E., Cantafio S., Moraldi L., Moretti R.

Division of General Surgery, AOU Careggi, Firenze, Italy


PDF


La milza migrante è una rara condizione clinica, spesso diagnosticata incidentalmente, caratterizzata da un’eccessiva mobilità e dislocazione nell’addome di questo organo, solitamente di normali dimensioni ma con un peduncolo vascolare allungato. Il lungo peduncolo è suscettibile di torsione che può determinare ischemia ed eventualmente necrosi. Questo articolo descrive la presentazione, il decorso e il trattamento di un paziente di 15 anni sottoposto ad intervento chirurgico per milza migrante nel nostro dipartimento: a causa della sintomatologia del paziente, della malforazione dell’asse splenopancreatico e del possibile pericolo di un trauma adominale, è stata effettuata una splenectomia totale. La milza migrante è una condizione con presentazione clinica variabile, da una massa asintomatica all’addome acuto. Le conclusioni degli Autori sono che la diagnosi precoce è fondamentale per prevenire complicanze. Il trattamento è chirurgico e la preservazione dell’organo deve essere preferita alla sua completa rimozione.

inizio pagina