Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2006 October;19(5) > Chirurgia 2006 October;19(5):341-4

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Chirurgia 2006 October;19(5):341-4

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Ernia diaframmatica post-traumatica

Lo Storto G., Cinquesanti L., Ulivieri M., Di Millo M., Montini F., Di Corcia M., Melino R., Di Gioia G., Tricarico F.

Azienda Ospedaliera-Universitaria “Ospedale Riuniti “ di Foggia Struttura Complessa di Chirurgia Generale II ad Indirizzo d’Urgenza, Foggia


PDF


Obiettivo. Attraverso la revisione delle letteratura e con la propria esperienza gli Autori intendono chiarire alcuni degli aspetti epidemiologici, eziopatogenetici, diagnostici e terapeutici della patologia traumatica del diaframma.
Metodi. La nostra esperienza comprende 8 rotture traumatiche chiuse del diaframma nel periodo compreso tra il 2000 e il 2005 (7 rotture monolaterali dell’emidiaframma sinistro, 1 caso bilaterale). Abbiamo trovato 5 ernie viscerali acute e 3 rotture inveterate con fase di latenza di 30 giorni, 10 anni e 16 anni rispettivamente. Lesioni associate sono state presenti in 6 casi.
Risultati. L’accesso chirurgico laparotomico è stato utilizzato in 7 casi, mentre è stato scelto un acceso combinato toraco-addominale in un solo caso. Abbiamo registrato un decesso.
Conclusioni. Le rotture post-traumatiche del diaframma rappresentano una entità patologica complessa e spesso associata a lesioni multiple di organi e/o apparati. La laparotomia si è dimostrata efficace nel controllare l’ernia viscerale secondaria alla rottura del diaframma sia nelle forme acute che inveterate.

inizio pagina